Diego Swan

Un insieme di generi musicali lo rende unico: dal rock al blues, dall’elettronica al pop.

Cattura il pubblico con la sua valigia di pelle piena di abiti e canzoni, che stravolgono sin dal primo ascolto, con una sguardo prospettico originale, ironico e del tutto personale sulle storie fantastiche che racconta.

Poesia energica e barcollante fra rock e blues, racconti di vita urbana incastonata sul beat.
La ricchezza e la profondità dei testi di Diego non lascia nulla al caso e ciascuno potrà navigare fra le sue immagini e vedere il riflesso delle proprie personali esperienze di vita.

E poi d’improvviso, Diego si arrampica su muri di suono, spara chitarre bottle-neck e wha-wha dritti in faccia, talvolta si ripara dietro echi e riverberi avvolgenti per sfuggire alla noia.
Diego Swan ha davvero speso tutto per vestire i suoi brani, strapazzando la sua surf-guitar ma senza lasciare solchi sulla sabbia.

Gli accordi dentro e fuori la tonalità, le pagine arricciate dei libri che ha letteralmente divorato e i volti singolari delle persone incontrate nei suoi lunghi viaggi sono il suo carburante artistico.

Il singolo scelto per la promozione è la terza traccia del disco “E’ in moto l’universo” e certo non si fermerà. (Maggiori informazioni)